Site Overlay

Ripple sta prendendo in considerazione il trasferimento della sede centrale in una giurisdizione più criptata

Martedì (6 ottobre), Chris Larsen, co-fondatore e presidente esecutivo della società Fintech Ripple Labs, ha affermato che la sua azienda sta valutando la possibilità di spostare la propria sede da San Francisco, in California, a una giurisdizione più criptata in Europa o in Asia.

Chris Larsen è nato a San Francisco, in California, e ha conseguito la laurea (BS) in contabilità e amministrazione aziendale nel 1984 presso la San Francisco State University (SFSU). Nel 2012, lui e Jed McCaleb hanno co-fondato la startup FinTech OpenCoin, che è stata ribattezzata Ripple Labs un anno dopo. Nel febbraio 2018, Forbes lo ha definito „la persona più ricca di criptovaluta“.

I commenti di Larsen sono arrivati ​​durante un’intervista con il reporter di Fortune Jeff John Roberts al [virtuale] LA Blockchain Summit .

Di seguito una trascrizione parziale dei commenti di Larsen durante questa intervista :

„Ebbene, sfortunatamente, penso che gli Stati Uniti siano tristemente indietro nel passaggio a quella che sarà la prossima generazione del sistema finanziario globale …

„Siamo stati in questa posizione incredibilmente fortunata in cui gli Stati Uniti sono stati gli amministratori del sistema globale con il 20% circa del PIL globale, ma in dollari rappresentano circa l’80% di tutti gli scambi … potrebbe essere anche di più …

„Questa è un’ottima posizione in cui trovarsi. È un privilegio incredibile, e ha davvero avvantaggiato tutti gli americani, ma siamo stati sfidati in modo importante.

“Prima di tutto, dobbiamo parlare della Cina. Voglio dire, siamo in una guerra fredda tecnologica con la Cina, e questo va oltre lo spettro che si tratti di comunicazione, sorveglianza, big data, intelligenza artificiale, ma anche blockchain e risorse digitali, e il motivo è perché la Cina ha riconosciuto che quelle tecnologie sono le chiavi per chi controllerà il sistema finanziario di nuova generazione.

„E sappiamo tutti che il sistema finanziario che abbiamo oggi è scricchiolante, è tutto degli anni ’70 … SWIFT e il corrispondente banking non saranno il sistema con cui vivremo nei prossimi, sai, due decenni – troppo lento, soggetto a errori, è troppo chiuso, è troppo costoso e la Cina non vede l’ora di essere quella che progetta il prossimo sistema.

“Hanno impegnato 1,4 trilioni di dollari in una varietà di tecnologie e la blockchain è in cima alla lista. E scendi l’inventario di dove si trova la Cina oggi: è impressionante. Stanno facendo un ottimo lavoro.

Niente contro la Cina: dobbiamo ammettere ciò che hanno fatto

„Intendo pagamenti digitali quasi onnipresenti a livello nazionale … numeri incredibili, giusto? Questo li distingue da dove siamo noi. Ora sono molto più avanti su una valuta digitale della banca centrale: lo yuan digitale. Questo li sta impostando ora per aiutare a diffondere lo yuan a livello globale. Enorme vantaggio lì.

“Controllano l’estrazione mineraria. Sai, tutto il mining Proof of Work è controllato dalla Cina. Guardi all’estrazione di Bitcoin: è controllata per circa il 65% da minatori cinesi … Qualcuno ha qualche domanda sul fatto che un minatore cinese sia sotto il controllo del Partito Comunista Cinese? Assolutamente no, assolutamente no.

“I minatori sono maestri, giusto? Possono riscrivere la storia se lo desiderano. Possono bloccare le transazioni. Quindi enorme vantaggio lì …

“Confronta quello con gli Stati Uniti. Non abbiamo il dollaro digitale anche se persone come J. Christopher Giancarlo [ed: ex presidente della CFTC] lo hanno raccomandato. Dobbiamo andare oltre. Dobbiamo fare un lavoro molto migliore dei mercati dei capitali, delle autorità di regolamentazione, delle città come la Silicon Valley … Lavorare insieme come fanno in tanti altri paesi.

„E poi finalmente, sai, devo solo dirlo – sai, negli Stati Uniti, tutte le cose blockchain, valuta digitale, iniziano e finiscono con la SEC. Devi dare credito alla SEC. Hanno affrontato un terribile problema ICO nel 2017 e doveva essere fermato.